PROGETTO BIODANZA®Sistema Rolando Toro NELL’ETA SCOLARE .

PROGETTO BIODANZA®Sistema Rolando Toro NELL’ETA SCOLARE .

Educazione alla salute

CHE COSA E’ LA BIODANZA:

La Biodanza è un sistema di educazione e d’integrazione affettivo-motorio attraverso il movimento, la musica, la consapevolezza emotiva e l’incontro umano in gruppo.

La Biodanza è un’attività adatta a tutte le persone ed a tutte le fasce d’età (bambini, adolescenti, adulti, persone con handicap ecc ), rispettando i tempi ed i modi d’apprendimento specifici a livello motorio-affettivo e cognitivo.

La proposta metodologica di Biodanza si basa teoricamente sulla EDUCAZIONE BIOCENTRICA.

L’obiettivo dell’ Educazione Biocentrica è quello di integrare la conoscenza e l’apprendimento attraverso i linguaggi del corpo e dell’emozione con quelli cognitivi, al fine di facilitare uno sviluppo globale e armonico.

 

OBIETTIVI

Stimolare le potenzialità del bambino per elevare il grado di salute.

Stimolare la fiducia in se stesso. Autostima

Proteggere la sua capacità di provare gioia, allegria e piacere di vivere

Rinforzo dell’Identità del bambino

Migliorare la comunicazione e l’integrazione del gruppo classe

 

METODOLOGIA

La pratica della Biodanza non richiede alcuna preparazione particolare, tutti i bambini e adulti possono partecipare rispettando il proprio ritmo di apprendimento secondo le proprie possibilità affettivo-motorie.

In ogni incontro di Biodanza viene proposto un iniziale momento di scambio verbale seduti in cerchio. Seguito poi dalla proposta d’esercizi individuali, a coppie e di gruppo accompagnati dalla musica e dalle consegne e dimostrazioni del facilitatore (insegnante) di Biodanza.

Gli esercizi proposti sono di coordinazione, di sincronizzazione, di sintonia, d’empatia e di comunicazione affettiva e in feedback.

Fra le proposte ci sono:

– recupero del camminare fisiologico;

– coordinazione, sincronizzazione, sinergismo (integrazione degli emisferi destro e sinistro del cervello);

– danze con variazioni ritmiche;

– giochi di Vitalità e tonicità;

– giochi e danze d’espressione creativa;

– espressione creativa attraverso la pittura, la voce, il disegno, l’argilla, la poesia ed il racconto;

– movimenti d’armonizzazione e di sensibilizzazione;

– danze di fluidità e di rallentamento (diminuire l’accelerazione);

– danze di contatto sensibile ed affettivo (carezze);

– danze in cerchio d’integrazione di gruppo.

 

I movimenti lenti facilitano lo scioglimento delle tensioni (in particolare del collo, delle spalle, dei fianchi) e l’autoregolazione organica (equilibrio dinamico tra azione e riposo).

Il gioco e la comunicazione affettiva sono gli elementi fondamentali per favorire i movimenti spontanei e l’integrazione ritmico-affettivo-motoria individuale e collettiva.

Attraverso la musica si stimola il ritmo naturale di ognuno per creare nuovi ritmi e per integrarsi al ritmo degli altri.

Facilitare e stimolare le possibilità psicomotorie, affettive, espressive e di comunicazione intima ed interpersonale favorisce le possibilità di apprendimento, di espressione e di comunicazione anche in ambito scolastico.

 

È RIVOLTA:

Al gruppo-classe.

A gruppi di bambini divisi per fasce d’età.

A bambini di diverse classi.

Agli insegnanti.

 

ORGANIZZAZIONE

Sono necessari almeno 8 incontri per gruppo classe.

Frequenza:

Si tratta di un incontro a cadenza settimanale (massimo quindicinale).

La durata dell’incontro è di circa 1 ora per la scuola dell’Infanzia e Primaria e 1,30 per le scuole superiori (medie e licei-istituti)

E’ prevista la partecipazione attiva dell’insegnante all’attività.

 

Sono previsti in oltre:

  • Un incontro d’informazione e programmazione dell’attività con le maestre (di 1 ora e ½ ) prima d’iniziare il corso.
  • Un incontro di verifica conclusivo (di 2 ore ) nel quale si organizzerà ed elaborerà il materiale di documentazione dell’attività fatta ed eventualmente la lezione aperta alle famiglie

.

SI PUO’ ARRICHIRE IL PERCORSO CON:

  • festa fine anno con Biodanza
  • lezioni di Biodanza aperte alle famiglie
  • percorsi serali teorico-pratrici per genitori e maestre anche aperti al territorio sul tema della genitorialità consapevole
  • video dell’esperienza

 

QUESTO PROGETTO E’ GIA’ STATO APPLICATO NELLE SCUOLE PRIMARIE DI ORMELLE ,SAN POLO DI PIAVE, CIMADOLMO, SAN PIETRO DI FELETTO, MIANE, FOLLINA, CISON DI VALMARINO, TARZO, CORBANESE, LEVADA DI PONTE DI PIAVE

 

INSEGNANTI-FACILITATORI. COLUI CHE FACILITA IL GRUPPO-CONDUCE:

  • Paolo Bressan,Libero ricercatore, Insegnate di Educazione Fisica, Operatore di Biodanza e Counselor Professionista.
  • Carla Cammi, Educatrice, Insegnante di Scuola dell’Infanzia, Operatrice di Biodanza

CONTATTI:

 TEL: 333.603.93.22

MAIL: paolo.brex@alice.it

 WEB: www.casadelcuore.org ; www.paolobressan.it

Category .

Progetti nella Scuola

Share .